lunedì 30 novembre 2015

KEFIR D'ACQUA

Reazioni: 



Il Kefir è un prodotto tipico delle regioni caucasiche caratterizzate dalla longevità dei propri abitanti. Il Caucaso è l'unica regione del mondo dove la popolazione ha una tale alta quota d'invecchiamento in buona salute. Questa bevanda, molto simile per principi attivi allo yogurt, ha delle proprietà terapeutiche molto interessanti e spesso viene usato come antinfiammatorio naturale e come regolatore della digestione. Inoltre, ha un ottimo sapore!

I fermenti Kefir non sono altro che batteri, quando si trovano nelle giuste condizioni ambientali (calore, presenza di zuccheri, ecc.) si riproducono a un ritmo molto elevato. Con condizioni di temperatura quali quella ambiente (18-25 gradi centigradi) essi raddoppiano il loro numero e quindi il loro volume in circa 24 ore. In questa situazione parecchi di essi muoiono ma questi vengono prontamente sostituiti da nuovi micro organismi.

Questa bevanda stimola quindi il sistema immunitario intestinale con benefici effetti sul sistema immunitario di tutto il corpo in quanto funziona da riequilibratore della flora batterica intestinale, impedendo la decomposizione e la putrefazione del bolo nell´intestino.

Il kefir d'acqua può essere utilizzato come coadiuvante nella cura di varie patologie:

Malattie di nervi periferici
Ulcere gastriche e duodenali
Catarro bronchiale
Artereosclerosi ipercolesterolizzante
Malattie epatiche e biliari
Malattie renali
Malattie dello stomaco e dell´intestino
Diarrea
Stipsi
Eczemi



Preparazione

• 1 caraffa di vetro - capacità 1 litro
• 1 colino
• 1 litro di acqua
• 1 fico secco naturali (coltivazione biologica)
• 1/2 limone naturale (coltivazione biologica)
• 3 cucchiai di fermenti Kefir
• 2 cucchiai di zucchero di canna, il tipo più chiaro



- Introdurre i fermenti Kefir nella caraffa, mettere i 2 cucchiai di zucchero di canna e poi riempire di acqua naturale o minerale naturale non gassata.
- miscelare accuratamente il tutto, ricoprire la caraffa appoggiando sopra una salvietta di cotone o di carta e con un elastico fermarla attorno il collo della caraffa quindi riporre il tutto in un ambiente moderatamente riscaldato (in una credenza della cucina per esempio)
- a fermentazione ultimata, se si desidera si può spremere bene il limone nella caraffa, oppure si elimina la frutta secca e il limone dalla bevanda e con colino metallico filtrare direttamente in una bottiglia di vetro che prontamente si riporrà in frigorifero
- attenzione! Non tappare ermeticamente il contenitore di vetro, poiché il processo di fermentazione della bevanda sviluppa quantità significative di anidride carbonica
- conservare il Kefir d'acqua sempre e solo in frigorifero.

Lava accuratamente il vaso e risciacqua abbondantemente sotto acqua corrente i fermenti. Procedi alla preparazione di una nuova quantità di prodotto eliminando i fermenti in eccesso, questi saranno ancora utilizzabili come fertilizzante biologico per vegetali e fiori oppure conservati in frigorifero dentro ad un barattolo con dello zucchero di canna.

Nessun commento:

Posta un commento